Archivio | Wardrobe Uomo RSS feed for this section

Be my Valentine: cosa regalare a lui?

11 Feb

Il periodo non è dei migliori per fare ottimi acquisti, i negozi sono semivuoti dopo i saldi di fine stagione e ancora si attendono i nuovi arrivi! La soluzione ideale per il regalo di San Valentino? Buttardi sugli accessori!!!

Potete regalare uno dei 10mila esemplari della Limited Edition che Persol ha dedicato all’icona Steve McQueen. Il modello Po714 è stato indossato dall’attore per la prima volta nel 1968 in occasione del film “L’affare Thomas Crown”, oggi è disponibile in tre versioni ( light havana, black e havana), la loro particolarità è la Freccia Supreme sulle aste, sulla cerniera e sul frontale. All’interno e sulla custodia è inciso il nome di Steve McQueen.

Foto di W. Claxton, Los Angeles 1962

Ma fate attenzione: McQueen adorava correre lungo Mulholland Drive con la sua Jaguar XKSS indossando i supi occhiali preferiti…non vorremo che il vostro uomo , dopo averli ricevuti, si immedesimasse troppo nel ruolo lasciandovi sole proprio per San Valentino!

Se però il vostro lui preferisce destreggiarsi nel traffico cittadino con un comodo scooter, non esiste regalo più utile di uno dei bellissimi caschi Borsalino: oltre a salvargli la vita, lo salverete da quegli antiestetici caschi che si vedono in giro ( i peggiori quelli con applicati sgargianti adesivi), . Il modello Blue Sky ( nella foto a sinistra) è così bello da tentare perfino me che sono un irriducibile amante delle lunghe camminate a piedi, per altro lo trovo perfetto per le belle giornate primaverili che si stanno avvicinando!!!

 

modello camuflage

modello alligator

modello tweed summer

Colori e rifiniture –  realizzate da sapienti mani di maestri sellai piemontesi- definiscono modelli diversi, capaci di adattarsi ad ogni età, gusto o tipo di look; i prezzi oscillano tra i 200 e i 220 euro.

Annunci

“Uomini”: il nuovo libro del fotografo Mariano Vivanco

4 Feb

Uomini, men, hommes, hombres, manner, homens, mannen! Sembrerebbe che in tutte le ligue del mondo la parola si assomigli ma nella realtà ogni uomo è diverso da ogni altro. Ogni uomo è unico, irripetibile.

Lo ha capito pefettamente il giovane fotografo Mariano Vivanco. Ogni pagina del suo libro dal titolo  “Uomini” (guarda cas0) rappresenta uno scorcio su corpi e volti maschili ognuno dei quali diverso dagli altri ma tutti legati da un unico fil rouge:  mascolinità!

Uomini, men, hommes, hombres, manner, homens, mannen! It seems to be the same word in all the languages worldwide, but in real life every man is different from other. Every man is one of a kind, he’s unique.

That’s what the young phographer Mariano Vivanco perfectly knows. Every page of his book called “Uomini” is a glimpse over male’s bodies and faces; all different from each other, but linked to others by a fil rouge called manhood.


Tra nudi integrali e fondoschiena che sembrano scolpiti nel marmo, Mariano riesce a comunicarci quanto possa essere seduttivo e accattivante un corpo maschile.

Among full nudities and marble backsides, Mariano  is able to communicate us how a man’s body could be sexy and catchy.

 

Il libro e’ stato prodotto con la collaborazione e il supporto degli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana che, oltre a fornire i pochi indumenti dei ragazzi ritratti (giusto qualche slip), hanno organizzato un party per presentare il libro del giovane talento al pubblico milanese. Ovviamente noi di Wardrobe non potevamo mancare.

The book has been produced in collaboration with the famous designers Domenico Dolce and Stefano Gabbana ( all models “wear” something by the famous italian duo ) who organized a party to present the book to italian public. And The Wardrobe crew was there!

La nostra Simona Melani con Mariano Vivanco (sx) e il boxeur Diego Di Luisa

Al negozio Dolce&Gabbana uomo di corso Venezia, oltre al duo di stilisti e al protagonista della serata Vivanco, abbiamo incontrato anche alcuni dei modelli ritratti nel libro e persino la nazionale di pugilato italiana Milano Thunder sponsorizzata da Dolce&Gabbana.

At Dolce&Gabbana men boutique in Corso Venezia, we met Dolce&Gabbana and Mariano Vivanco, lots of model photographed in the book and Dolce&Gabbana Milano Thunder boxe team.

Giorgio Camarda con il top model David Gandy

 

Mariano Vivanco con la nazionale italiana di boxe

Vi lasciamo sognare con queste due ultime foto che ritraggono Tony Ward, intramontabile  icona glam e di stile e sintesi perfetta dell’Uomo duro e verace , a cui Mariano dedica le ultime pagine del libro.

We let you dream with these photos of Tony Ward, an everlasting glam&sexy icon, to whom Mariano dedicates last pages of his book.

Sartoria Rubinacci: è nato lo shop on-line

31 Gen

Aspettavo questo momento da tanto tempo : la storica sartoria Rubinacci di Napoli ha aperto uno store on-line.

Fiinally a good news that I was waiting by long time: legendary tailoring Rubinacci of Naples has opened a store on-line.

photo credit: thesartorialist.com

Luca Rubinacci, il giovane rampollo della famiglia, è universalmente considerato uno degli uomini più eleganti al mondo, non solo è il migliore testimonial dell’attività di famiglia, ma è un vero ambasciatore del buon gusto e dello stile italiano.

Luca Rubinacci, the young scion of the family, is one of the most elegant man in the world, a perfect testimonial of his activity and an ambassador of italian style and beauty.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel negozio on-line ovviamente si trovano solo accessori: scarpe, orologi, cravatte, pochette da taschino, sciarpe e gemelli. Questi sono i miei pezzi preferiti…del resto il mio compleanno è vicino e mi merito un bel regalo, perchè non approfittare di questa novità?

On- line you can try only accesories: shoes, watches, ties, pochette, scarfs and cufflink. Here you are my favourites…maybe some gift for my near birthday, why don’t use this news?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SKULL EDITION SCARF 100% cashmere, 520 euro.

 

pochette Real Teatro San Carlo

pochette Real Sito di Capodimonte

POCHETTE 100% silk, 52 euro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MARPHY disponibili in più colori e materiali ( velour, velluto e pelle), 240 euro.

MARPHY avaible in more colours and textures ( valour, velvet, leather), 240 euro.

 

 

 

 

 

 

PFW a/i 2011-2012: le scelte di Wardrobe

24 Gen

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il dettaglio di pelliccia è il trend lanciato da Dries Van Noten: oltre che nei classici colli del cappotti, anche nei risvolti delle giacche e dei gilet, per chi vuole essere sofisticato, ma con originalità.

The detail of fur is the trend launched by Dries Van Noten: in addition to the classic hills of coats, even in jacket and gilet, for men who want to be sophisticated, but with originality.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nero e grigio Dior Homme: nessuna eccezione ammessa, linee pure, contemporanee. Molti mantelli come capispalla (se non l’avete letto, vi consigliamo di dare un’occhiata al nostro precedente post sull’argomento!!!).

Black and grey for Dior Homme: there isn’t place for exceptions, lines are pure and contemporary. Many cloacks as outerwear.


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

Jeans corto o risvoltato (per mostrare la calza) e giacca in lana con i classici motivi da montagna per Watanabe; il trend lanciato da D&G per questa stagione prosegue verso uno spirito più urbano.

Short jeans ( to show the socks) and jacket in wool and traditional prints of mountain for Watanabe; the trend of D&G for this season continues in a more urban direction.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lanvin in assoluto la collezione più bella: elegante, moderna, sofisticata, un gioco di volumi continuo perfino nei cappotti. E per la sera ormai il proverbiale papillion Lanvin.

Lanvin was the most beautiful collection: elegant, modern, sophisticated, a game of volumes. And for the evening there is the papillion Lanvin, that is a must have.

Barbara Straisand, Mickey Mouse, Coca Cola: ecco cosa si respirava nel backstage D&G (FOTO ESCLUSIVE)

21 Gen

Alcune delle scarpe proposte da D&G per il prossimo autunno/inverno

Quando arrivi non sai dove “incastrarti”, un marasma di volti e corpi sfrecciano e tutto è in trepidazione in attesa dell’ evento in passerella. Osservare i preparativi di una sfilata dal backstage è un tripudio di sensazioni ed emozioni e quando si tratta di D&G diventa tutto più colorato e giovane.

During a backstage there’s a meltin’ pot of faces and bodies running and everything is waiting for the fashion show. Being in a fashion show backstage is like an explosion of feeling and when it’s up to D&G, everything becomes more colorful and young.

Confusione a parte, è la curiosità a far da padrona tra i vari appendiabiti. Si comincia dalle polaroid con i look finali per ciascun modello e gli abiti corrispondenti.

Confusion apart, curiosity rules among stands. A polaroid for every outfit, for every model.

 

L’attesa dei modelli è smorzata dai vari shooting dei tanti blogger e giornalisti presenti oppure non è raro notare che i ragazzi ascoltino le ultime hit musicali con il proprio i-pod, leggano un buon libro o chiacchierino tra loro per allentare la tensione.

Model are waiting among journalist and fashion blogger shooting: but it’s not unusual seeing models listening to music or reading a book… or just chatting to ease tension.

 

 

Non manca un tocco di erotismo durante il dressing, in cui circa 50 affascinanti uomini seminudi si accingono a indossare i capi da sfilata.

Backstage dressing is a little bit erotic too: about 50 amazing and almost naked guys are wearing clothes.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

Ultimi scatti prima dell’inizio della sfilata e di corsa giù per gli spalti dell Metropol per prendere posto e assistere allo spettacolo.

Latest shooting before fashion show and then a run among Metropol rows, to reach your seat and watching the show.

 

 

Paris Fashion Week: ancora Moda Uomo FW 2011/2012

19 Gen

La fashion week milanese dedicata alla moda maschile è appena conclusa e già si riparte con il circo parigino.

Da oggi 19 gennaio a domenica 23 saranno protagoniste le passerelle francesi: il calendario completo lo trovate qui. Vi consigliamo di leggerlo con questa canzone di sottofondo, per sognare di essere nella City of blinding lights anche voi!

Milan Fashion Week is just finished, and the parisian fashion circus is ready to start.

From today, jan 19th to sunday 23th, french runways will be the spotlight: you can check the schedule out following this link. We suggest you to read it listening to this song, dreaming on being in the city of blinding light!

MFW a/i 2011-2012: Gucci (il dettaglio che fa la differenza)

18 Gen

Una delle collezioni più belle di questi giorni: Frida Giannini prosegue lungo la linea dell’eleganza e del lusso, una formula perfetta per esaltare la qualità e le abilità del Made in Italy. Il dettaglio fa la differenza, e allora vale la pena soffermarsi sui particolari degli outfit e annotare questi consigli di stile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La maglia girocollo in cachemire è il primo must have di questa collezione:  da indossare anche sotto l’abito, visto che il collo è leggermente più ampio e si può indossare sotto la cravatta ( altro must have quelle a fantasia check).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La pochette da taschino è l’accessorio fondamentale a patto che sia a fantasia e non abbinata nè alla camicia, nè alla cravatta. Questi sapienti accostamenti di colore possono essere un perfetto vademecum.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il pantalone è il vero grande protagonista di queste sfilate: Gucci rievoca gli anni ’70 ammorbidendoli sotto e lasciandoli cadere sulla scarpa quasi come se fossero senza orlo.

MFW a/i 2011-2012: foto dal backstage di D&G

17 Gen

Finalmente Giorgio (l’ ultimo brillante acquisto nella squadra di Wardrobe) è riuscito ad inviarci delle foto esclusive che è riuscito a scattare nel backstage della sfilata D&G: un trionfo pop e una ventata di freschezza nel rigore della moda invernale.

Un backstage si sa è fatto anche di bei modelli che restano seminudi!forse non interesserà a tutti i nostri lettori, ma noi crediamo di sì!

Al loro ritorno da questi 4 intensi giorni potremo godere di tutte le foto che Giorgio e Simona sono riusciti a scattare tra sfilate ed altri eventi; fidatevi le sorprese non sono finite! Noi continueremo a commentare le sfilate!

MFW a/i 2011-2012: Burberry Prorsum

16 Gen

Il romantico e malinconico pomeriggio di pioggia autunnale è stato oltre che l’ambientazione dello show, lo spirito stesso della collezione.

Una sfilata dedicata quasi interamente ai soprabiti: molti cappotti, qualche giubbino e montgomery, del resto non possiamo negare che spesso nelle giornate invernali ci capita di non riuscire a mostrare altro dei nostri look. E allora tantovale osare con il colore: le delcinazioni di arancio e il verde acido i miei preferiti.

C’è un evidente gioco di volumi: il sopra morbido che ridisegna la figura esagerandola, i pantaloni invece strettissimi, quasi come fossero dei leggins…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tra alcune varianti piuttosto classiche e noiose dei cappotti (che soddisferanno comunque le esigenze dei buyer) anche dei modelli in panno a fantasia check in cui sprazzi di colore emergono dalla figura nera.

Interessante l’uso della pelliccia non solo per i capi, ma anche per gli accessori ( altro fiore all’occhiello del brand). Queste borse e cappelli non saranno certo l’ideale sotto la pioggia, ma siamo certi che – complici i cloni low cost- diventeranno un must della prossima stagione.

MFW a/i 2011-2012: Roberto Cavalli

16 Gen

Il protagonista assoluto della collezione è l’abito nelle sue composizioni più classiche: o il tre pezzi ( pantalone, giacca e gilet) o la giacca a doppio petto.

Il segno distintivo è l’abbandono frequente della cravatta a favore di preziosi foulard allacciati al collo di seta e con stampe decisamente più raffinate del solito. L’immagine perfetta per un bohemien vagamente rockettaro.

Il blu è il colore dominante, intervallato da colori caldi o dal bianco dei bellissimi soprabiti bianchi in pelle: un binomio difficile e rischioso, ma la qualità delle lavorazioni e l’abilità di Cavalli nell’osare rendono glamour questa immagine.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Meno interessanti i look più informali, dove il paradigma è sempre lo stesso: pantaloni superslim che contrastano con maglie pesanti, vaporose ed oversize.

Per chi avesse ancora dei dubbi sull’accostare il blu al nero ecco la controprova perfino nei look da sera: ma sia bene che è il contrasto netto a permettere l’abbinamento, e dei materiali lucidi certamente aiutano. Non pensiate minimamente che al buio possiate spacciare il vostro cappotto blu per nero: si nota perfettamente ed è un pessimo abbinamento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Secondo Cavalli di sera la scelta dell’eleganza è netta: lo smoking total black ( camicia compresa) e nessun cedimento al sottile cravattino, ma solo papillion.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: